CROSTATA KIWI

Ingredienti: per 6 persone

Per la pasta frolla:

225 g di farina
110 g di burro
2 tuorli
la scorza di 1 limone
110 g di zucchero a velo
1 pizzichino di sale

Per la crema:

2 tuorli
2 cucchiai di zucchero a velo

Preparazione: 30′ + 20′ di cottura

Preparate prima di tutto la pasta: mette­te in una capace cio­tola la farina, i tuorli d’uo­vo, il burro ammorbidito ta­gliato a pezzetti, la scorza grattugiata del limone ben lavato, 1 cucchiaio di acqua se occorre, lo zucchero a velo e un pizzico di sale. 
Impastate rapidamente con la punta delle dita e date all’impasto la forma di una palla, avvolgetela in un fo­glio di allumino e lasciatela riposare in frigorifero per 30 minuti.
Distendete poi la pasta a uno spessore di 3 millimetri e tappezzate l’interno della tortiera, di 24 centimetri di diametro con bordo basso, unta di burro e spolverizza­ta di farina.
Ricoprite il fondo con un foglio di alluminio ritagliato su misura e ponetevi sopra una manciata di fagioli sec­chi. 
Fate cuocere per 20 mi­nuti in forno preriscaldato 200 °C).
Nel frattempo preparate la crema: in una piccola casseruola versate i tuorli, lo zucchero a velo, lo zuc­chero vanigliato e l’amido di mais. 
Rimescolate vigoro­samente più volte, poi aggiungete il latte incorporan­dolo poco per volta.
Fate cuocere a fuoco dol­ce sempre rimescolando, aggiungete il pezzetto di burro e, quando sta per prendere bollore, aggiun­gete il liquore e mescolate nuovamente dopo aver tol­to il recipiente dal fornello.
Lasciate raffreddare la crema, poi versatela sulla base di pasta cotta, liberata dei fagioli secchi e già raf­freddata a temperatura am­biente.
Livellate bene la crema con una spatola inumidita, pelate i kiwi e tagliateli a rotelline di uguale spesso­re.
Disponetele ora in giri concentrici sulla crema.
Spennellate le rotelline dei kiwi con un pochino di gelatina per lucidare i dolci e collocate sopra, qua e là in modo decorativo, le amarene sciroppate.
È una torta ottima, che può ben figurare anche in occasione di un complean­no o di un invito ad amici. 
Offre anche il vantaggio di poter essere preparata in due tempi: cioè la pasta (cotta) si può lasciare, co­perta, in frigorifero fino al giorno dopo.

crostata_kiwi.jpg

CROSTATA KIWIultima modifica: 2013-11-12T15:06:44+01:00da oroeargentea
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento